Skip to content

Estate pendolante

PENDOLARI-3Ve l’ho già detto che faccio la pendolare?  Si?! Non ricordavo!
Scherzi a parte… voi che ieri vi lamentavate per il freddo e oggi avete iniziato con i “fa troppo caldo! “, sappiate che c’è chi sta messo peggio di voi. Ebbene si, il pendolare ferroviario!
La stagione difficile per noi non è,  infatti, l’inverno,  bensì l’estate!  Con il freddo al massimo è rotto il riscaldamento e allora non ti levi il giaccone oppure è a palla e ti spogli. Ma in estate…imageIn estate il povero pendolare rischia la morte per assideramento/congestione nel caso di aria condizionata a palla. Direte,  portati un golfino e non rompere. È quello che facciamo, ma a volte non  basta.  Oppure, l’aria condizionata è rotta. E la mattina pazienza,  ma la sera, dopo che il treno è stato al sole ed è infuocato, inizi ad invocare la morte per assideramento! Direte, apri il finestrino. Poterlo fare! I vetri o sono fissi (tanto c’è l’aria condizionata! ) o non si aprono.
Ma mettiamo caso che l’aria condizionata sia in funzione e sia stata programmata da un essere umano e non da un venusiano (che si sa deve vivere a -20 C) oppure che sia rotta ma il finestrino sia apribile, neanche in questo caso la salvezza è scontata! Perché il caldo, si sa, da alla testa. Per cui, mai come in estate, il treno si riempe di gente ‘for de testa’. Vecchietti con l’artrite, l’artrosi, il raffreddore e l’assenza di percezione del caldo e del freddo che vagano per il vagone imponendo che tutti i vetri rimangano sigillati (ma come? Per una volta che si aprivano!) perché lui è seriamente convinto funzioni l’aria condizionata e non vuole prender ariate. Ed essendo pure vecchietto che fai? Quello che ha freddo e vuole aprire i finestrini che litiga con quello che ha caldo (e che forse è un venusiano) e vuole che tutto sia ermeticamente chiuso. E lo fanno sul sedile accanto al tuo, ovvio. Quello che chiede si alzi l’aria condizionata nonostante la presenza di alcuni morti per assideramento.  Quella che chiede di spegnerla, anche se è rotta e lei non se ne è accorta.
Oltre a tutto questo,  c’è un altro problema.  Io capisco che dovete vendere,  ma care ditte produttrici di deodoranti potete evitare slogan del tipo più sudi più sei fresco. Vi assicuro che non è così e che l’uso del sapone andrebbe incentivato! Fidatevi!
Annunci

7 Comments »

  1. Quanto ricordi risvegli con questi racconti….felice di non essere più una pendolare del treno!!!
    Anche io l’ho pensato, vedendo la pubblicità: non abbiamo già abbastanza puzzolenti in giro???!! Però ti fa venire voglia di provarlo, giusto per smentirlo, questo e’ certo!

    Mi piace

  2. Ero pendolare settimanale, ho provato in parte quello che dici, perché il vero “pendolo” è quello giornaliero.
    però hai dalla tua l’età giusta: dì che sei incinta e che ti stai sentendo male, e fatti aprire quel diavolo di finestrino, ecco! 😀

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: