Vai al contenuto

Quel sottile filo bianco

A quanto pare i giorni dell’allattamento sono contanti. allattamento2Quell’allattamento partito con tanta fatica, a causa del reflusso, dovrà finire molto prima di quanto pensassi. E io non sono pronta, manco un po’! Ora capisco bene cosa intendeva Sabina. Secondo la mia pediatra tra un paio di settimane dovrei iniziare, al compimento del quarto mese. Io ho già deciso di provare a tirare un po’ più in là, almeno fino ai primi di agosto. Al ritorno del mare insomma. Prima, sinceramente, mi piange il cuore.

Mi fa un po’ strano, son sincera, ritrovarmi così. Allattare  per me è stata sempre una bella cosa, ma non mi sono mai sentita una madre natura, come accade ad alcune mamme. L’ho sempre trovato utile e comodo, ma a volte mi sono sentita più mucca che mamma. Soprattutto con Gambalunghino, visto che causa reflusso abbiamo guadagnato da poco le tre ore, con le notti poco meglio. Non fosse per la mitica culla bed-side che mi ha fatto il maritino sarei in coma!

top-svezzamentoInsomma… l’allattamento esclusivo ha i giorni contati e io non sono pronta per nulla. Sarà che pure gambalunghino sta crescendo troppo in fretta per me. Sarà che i giorni sono sempre troppo lunghi o troppo corti, ma sempre e comunque troppo veloci. Crescono questi due fetentini dei miei figli. Ogni giorni di più. Ma chi gli ha dato il permesso? Io no di certo… insomma… dovranno diventare grandi, lo so. Ma non potrebbero aspettare un pochettino?

E per voi come è stato il momento di allentare il sottile filo bianco tra voi e il vostro bambino?

12 Comments »

  1. Mi sa che per noi mamme è sempre troppo presto! Io ero emozionata al momento dello svezzamento e da un lato non vedevo l’ora, dall’altra mi piangeva il cuore..come al solito coerente!!!

    "Mi piace"

  2. La fine dell’allattamento è stata una tragedia per lo meno con Teresa. Ho iniziato lo svezzamento di entrambi a 4 mesi causa lavoro ma ho continuato con il mio latte Fun che ho potuto, 20 mesi più o meno per entrambi nonostante mangiassero oramai i loro pasti eppure se con Leo il distacco totale è venuto naturale ed a parte qualche momento di sclero, sia io che lui ne abbiamo goduto. Con Teresa invece è stato più traumatico, una cura di medicinali forti mi ha imposto lo stop e nonostante posso dire che l’ora era giunta, nessuna delle due era pronta ed ancora oggi a i momenti in cui si mette li a ravanare ed a imparato pure a chiedermelo.

    Piace a 1 persona

  3. Io avevo il tuo stesso timore: ho iniziato lo svezzamento a quattro mesi e mezzo perché essendo una bimba extra size, aveva bisogno di un po’ più di sostanza. Il risultato è stato che ha continuato a poppare imperterrita, nonostante frutta pappe e rientro a lavoro. Praticamente il weekend festa grande, tetta a più non posso. Ora ho il timore contrario, che quando arriverà il momento di smettere, non ne vorrà sapere…

    Piace a 1 persona

  4. Prima di smettere di allattare, che non ha senso, vai sul sito della lll Italia.
    I pediatri dicono un sacco di cazzata, non hanno la minima competenza in allattamento. Semplicemente, la causa di tutti i mali è il latte materno: il bambino è piccolo? Basta allattare. É grande? Basta allattare. Dorme poco? Basta allattare. Dorme tanto? Basta allattare.
    Il latte materno è sempre adatto e sufficiente al bambino, non esiste latte poco nutriente, non esiste. Sono bugie.
    Un conto è se alla mamma pesa allattare, allora fa bene a smettere,ma comunque niente di diverso dal latte fino al sesto mese compiuto. Rimando al sito http://www.autosvezzamento.it e ovviamente a quello della lega del latte

    Piace a 1 persona

  5. tesoro, qua la mano! Io come sai ho sempre la sensazione di ambivalenza: da un lato amo molto allattare, c’è quell’intimità speciale, quel “tutto mio” a cui veramente fatico molto a dire addio, dall’altro la voglia di riprendersi il proprio corpo: allattare mi sfinisce molto fisicamente, mi ritrovo alle soglie degli 8 mesi che pur mangiando la pappa pranzo e cena ben volentieri, si attacca ancora molto e mi trovo a volte ancora con gli ingorghi da quanto ne ho stavolta °_° insomma, voglio/non voglio…per ora si va avanti ma non posso che farti un immenso pat-pat virtuale :*

    Piace a 1 persona

    • Vi ricordo che la normalità e correttezza è allattare fino all’anno senza sostituire le poppate col cibo, è sbagliato.
      È un artificio imposto dalla moda del baby food che non ha nessun senso medico: il latte è alimento esclusivo fino a 6 mesi e principale fino all’anno. Vuol dire che è sbagliata l’abitudine di pretendere che il bambino abbandoni il seno a favore delle pappe perché non è così che funziona lo sviluppo fisico.
      I pediatri non sanno nulla di allattamento e alimentazione, si basano solo sul sentito dire tramandato per via popolare per fare i loro schemi idioti, per non parlare degli imbecilli che fanno svezzare a 3 mesi.
      Una minoranza si prende la briga di fare corsi specifici, all’università non hanno corsi al riguardo ma giustamente: il pediatra è un medico e le sue competenze sono solo in fatto di malattie, non di educazione, allattamento e svezzamento.
      Voi andate dal medico di base a farvi tagliare i capelli o impostare la dieta o togliere un dente? Ecco. È uguale. Il pediatra è il medico di base dei bambini, non un tuttologo, tanto è vero che poi per ogni specialità c’è la branca in pediatria.
      Peraltro, ai sensi del codice sottoscritto anche dall’Italia e normato da ben due decreti ministeriali, un pediatra che dice di smettere di allattare è da denunciare all asl e all’ordine perché viola legge e deontologia. Peccato che pochi km sappiano

      "Mi piace"

      • Bisogna anche distinguere i casi speciali però! Con il primo, la pediatra mi ha incoraggiato a proseguire fino ai 6 mesi in esclusivo, nonostante lavorassi già, e poi oltre finché ce la facevo. E al controllo d ieri mi ha proposto lei di cercare di arrivare almeno ai 5 mesi prima i introdurre le pappe, senza togliere il latte materno negli altri momenti. Purtroppo lui beve già da tempo più di un litro di latte al giorno che con il reflusso è… impegnativo!

        "Mi piace"

      • Il punto è che il reflusso non ha nulla a che vedere con la digestione, per cui anticipare lo svezzamento non ha nessun fondamento medico, è l’ennesima fola popolare che si tramanda e che viene presa per buona dai pediatri, mentre gli specialisti gastro eterologi aggiornati sono concordi nel dire che non ha nessun senso introdurre cibi diversi dal latte per via del reflusso.
        Ti rimando a questo interessante link
        http://Www.bambinonaturale.it/2011/04/reflusso-gastroesofageo-neonati-mito/

        Ripeto, mi sembra che a te pesi questo distacco quindi ci tengo a darti informazioni, diversamente se per te fosse invece un peso allattare allora cancella tutto quanto scritto da me, perché anche se sono forte sostenitrice dell’allattamento sono una più forte sostenitrice della libertà di scelta di una donna, che deve poter scegliere in serenità e consapevolezza la strada migliore per sé e suo figlio.
        Però appunto: scegliere, non essere costretta a scegliere per pressioni esterne e informazioni sbagliate

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: