Skip to content

i-read: Appunti di un venditore di donne

Quando lessi Io Uccido pensai che da Faletti un libro così non me lo sarei mai aspettato. Nonostante il finale frettoloso, reggeva il paragone con il classico triller americano. Nell’insieme un libro bello e piacevole. Seguirono Niente di vero tranne gli occhi (6 stiracchiato) e dopo un Io sono Dio, che mi piacque così tanto che da non ricordarmi neppure di averlo letto…

Non ci siamo neanche con Appunti di un venditore di donne. Ho impiegato tre settimane a leggerlo! Tre settimane che non sono giustificate nè dal picco di vita sociale avuta nel frattempo nè dalla stanchezza nè dalle dimensioni del libro. Non che si particolarmente brutto, ma l’ho trovato sommariamente stanco. A parte qualche parte stenta  a partire. Alcune idee ci sono, ci sono tutte, ma forse poco sviluppate. Oltre fatto che avere un protagonista poco simpatico diciamo che non aiuta…

Un libro non all’altezza delle mie aspettative, forse catalogabile come libro da spiaggia, ma non so se vale la pena non sonnecchiare al sole o giocare un po’ con il secchiello invece che legger questo.

Ora, per il mio benessere psico- fisico sperate che il prossimo scelto mi piaccia molto, che tre libri a fila poco

Con questo post partecipo al venerdì del libro di Paola di Home made mamma.

Annunci

13 Comments »

  1. Debbo dire che Faletti non mi é mai dispiaciuto.
    Forse un po’ commerciale ed a volte, come dire, ridondanza in una malinconia troppo ricercata. Tanto da sembrare “plastico e buio”.
    Mi ha lasciato comunque bei ricordi.

    Se posso consigliarti un buon libro:
    La variante di Lüneburg.
    Ritroverai la strada di una lettura che sa rubare tempo e petto.

    Cold – Maxwell

    Liked by 1 persona

  2. Oh….ecco! Capiti a fagiolo con questa tua segnalazione.
    Io sto leggendo “Fuori da un evidente destino” proprio in questi giorni e nei mesi scorsi ho letto “Io uccido” e “Niente di vero tranne gli occhi”. Non ci siamo, no. Faletti mi ha deluso abbastanza come scrittore 😦 Solo il primo libro è andato meglio….ma poi ripeto: no, non ci siamo.
    Non è che non ci siano spunti interessanti qua e là, ma è proprio il suo stile che non mi piace, come se…non so spiegarlo: come se un dilettante volesse dimostrare di saper scrivere bene e non ci riuscisse. Metafore, frasi ad effetto, banalità varie. Parlo al di là dell’intreccio della storia, eh! Che poi anche quello lascia un pò a desiderare.
    E’ la terza chance che gli ho dato, dubito che poi leggerò anche questo che proponi tu oggi nè tanto meno “Io sono Dio”, a questo punto.

    Ciao!

    Mi piace

  3. Gli altri tre di Faletti li conoscevo e li ho pure letti ma questo no. Comunque sui suoi thriller quello che non e’ piaciuto a me, e’ il fatto che sono al limite della fantascienza, per trama e tutto. Non molto realistici per me, e un thriller per essere credibile, un po’ lo deve essere.

    Mi piace

  4. Consiglio tutti quelli della lackBerg, alcuni della Holt (l’unico figlio, quello che ti meriti), alcuni di indridason (la signora in verde, le abitudini delle volpi)
    Tutti gialli nordici

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: