Skip to content

#100happydays

f1Ultimamente mi capita di essere triste. Sono attimi, momenti, minuti che come arrivano poi se ne vanno. Saranno gli ormoni, forse. Sarà il momento. Saranno i “pensieri” che non fanno dormire mio marito e a me fanno salire improvvisamente le lacrime agli occhi. Sarà quel che sarà, ma mi capitano. Lo so tutti abbiamo momenti di tristezza, ed è giusto così, anche perchè vivere sempre high non fa bene (e chi sa il significato doppio in inglese capisce pure meglio). Solo non mi era mai capitato con questa frequenza. Perchè io, neanche troppo in fondo, sono un’inguaribile ottimista. Un’ingenua, anche, forse. Tendo a pensare sempre il meglio di chiunque, a vedere il bicchiere mezzo pieno, a pensare che se si è arrivati in fondo si può prendere l’argano a motore. Sarà che di solito sono un tipo pratico, per cui vista l’utilità pari a zero del piangersi addoso… Sarà colpa di Pollyanna: in fondo è stato il primo libro che ho letto. Oddio, io non so se sarei riuscita a vedere il lato bello di ricevere delle stampelle senza bisogno di usarle!

100 giorni feliciAd ogni modo: se qualcosa non mi torna io devo fare qualcosa per farmela tornare. E allora ho deciso di partecipare all’iniziativa #100happydays. Per le tre o quattro persone che ancora non sanno cosa sia #100happydays:  è un’iniziativa che circola in rete già da un po’. Io ne ho letto in diversi blog e ho pensato che era una cosa molto carina, senza però partecipare lì per lì. Come si partecipa? Per prima cosa  qui ci si iscrive, e poi si pubblica ogni giorno su un social a scelta una foto che rappresenti qualcosa che ci renda felici quel giorno. Volendo si può fare anche in forma anonima mandando una mail ogni giorno agli organizzatori. Io ho deciso di partecipare e di farlo tramite instagram . Avevo quasi iniziato la settimana scorsa. Poi mi sono fracassata contro un giorno senza neanche mezza piccola occasione di felicità. E lì ho capito che ne avevo bisogno. Perchè di solito io provo gioia per le piccole cose. E’ strano: per alcune cose sono ambiziosa e miro molto in alto. Per molte cose lo sono. Però di solito nella vita “domestica” provo vera felicità per le piccole cose. Tipo mio marito che torna una sera di buon umore dal lavoro o semplicimente 10 minuti prima, o per 5 minuti sul divano con una tisana calda. E visto che da un po’ non ci riesco, da maestrina quale sono, me lo sono dato. Beh, io inizio, sperando di non essere nel 70% abbondante che abbandona a metà strada, che a me le cose lasciate a metà non piacciono. Chi mi fa compagnia? Si sa: le cose fatte insieme vengono meglio e più facilmente!

Annunci

23 Comments »

  1. L’ho visto girare su Instragram ma non sapevo esattamente in cosa consistesse (sì, faccio parte di quelle 3/4 persone che non lo sapevano.)
    E’ una bella idea, ti fa trovare almeno un aspetto positivo anche nelle giornate no. Penso che parteciperò e ti seguirò 🙂

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: