Skip to content

Menù della settimana, aggiornamenti

bambini-in-salute-torta

Foto tratta dal Blog Mamma, Moglie e donna

Dopo il post di qualche tempo fa sull’argomento ho ricevuto qualche suggerimento, che unito a qualche altra dritta raccattata qua e là nel web e alle esperienze di insuccesso accumulate stanno avendo buoni risultati.  Ho capito che il menù settimanale per essere adatto a me, per seguirlo,  deve essere a misura mia. Ho trovato delle parole d’ordine, diciamo.
La prima è collaborazione. Se preparo il menù con mio marito mi viene più vario. Mi passa qualche suggerimento,  proponendo cose che gli son piaciute e di cui non mi ricordavo, mi permette di variare di più. E di sperimentare di più, perchè se nel cucinare non mi diverto anche un po’ per me è un problema. La seconda è flessibilità. Non riesco a programmare 14 pasti, più magari le varianti bambino, in una botta sola. Lascio almeno un paio di giorni generici, tipo pizza svuota frigo, o pesce e contorno. Sistemo bene (pranzo e cena completi) tre giorni per volta, più o meno, e non mi faccio problemi a scambiare di posto il lunedì con il martedì se mi fa gioco. Ultimamente ho tanti piatti in mente il sabato, per cui può darsi che tra un po’ scriverò un menù completo in una volta sola! La terza è tema: ogni giorno metto un alimento chiave. Lunedì pesce, martedì carne, mercoledì legumi, e così via. Ogni settimana l’alimento del giorno cambia, un po’ perchè se no “due palle”, un po’ per adeguare il menù alla mia settimana lavorativa. La quarta è dispensa: ho sempre dei piatti che potrei fare senza far la spesa così posso anche decidere di cambiarli o scambiarli come jolly,  se non riesco a comprare quello che avevo previsto. Senza che scoppino, il congelatore e la dispensa fanno da scorta. La quinta è visibilità. Ho appeso il menù sul frigo. Averlo sotto gli occhi mi aiuta a rispettarlo. E ho fatto un file mio dove scrivere. Ne ho provati diversi (ho usato soprattutto i due trovati su baby green) ma nessuno era adatto proprio a me. Vi lascio il mio Menù_stampabile, poco fiduciosa, però, perchè credo che ognuno debba crearsi il proprio!
Per ora procede. Mi consente di fare una spesa grande e un richiamino di roba fresca. Spendo meno, non butto meno perchè ero sempre brava con le scadenze. E innovo di più perchè colleziono ricette con il pensiero: le metto in menù! E poi lo faccio. Se non seguo alla lettera il menù una settimana non me ne faccio un problema, anche perchè deve essere un aiuto, non un cappio in più!

Annunci

7 Comments »

  1. È vero, è proprio utile. Io l’ho adottato e ne ho visti i grandi benefici sull’organizzazione e sulla pianificazione. Sono stata così “genio” da abbandonarlo dopo due settimane, dando colpa al cambio di stagione. Infatti ora punterò su piatti tipicamente invernali e lo rifarò.

    Mi piace

  2. sono con te! io non l’avrei mai detto….ero tipa da “a pranzo un panino di corsa e poi non ci vedo più dalla fame” (non so se ricordi la pubblicità!!!) ma con lo svezzamento di Pablito e ora le prime pappe serie, lontani dal piatto unico che ormai detesta (io ne ho abusato per via della sua immensa comodità, lo ammetto!!), è toccato anche a me mettermi a tavolino almeno un giorno a settimana e dire “ok, decidiamo il menù”! cercando di far conciliare il più possibile le sue necessità con le mie. Non lo ringrazierò mai abbastanza: stendere il menù è una gran rottura di paXXe, a volte, almeno per me, ma mi ha aiutato a buttare via molto meno cibo (io sono cresciuta in una casa amorevole e bellissima ma disorganizzatissima…..mia madre decideva lì per lì e usciva di corsa a fare la spesa sprecando un sacco di cibo che neanche ricordava di avere!!), mi ha fatto riprendere la forma persa con la gravidanza e mi ha fatto capire che cucinare mi piace. Ora, però, mi sorgono due dubbi. Uno: ho perso il lavoro quando ho partorito…..ma sperando di riprendere a lavorare come farò???? Ora ho molto più tempo….vabbè, poi ci si penserà quando sarà il momento! Due: mi devo ancora regolare sulle quantità di carboidrati/proteine da inserire (su verdura e frutta sia io che Pablito siamo golosissimi e il problema non si pone!). Io ho sempre vissuto col terrore dei carboidrati (sbagliando!!!!) invece ora vorrei insegnare a P. come mangiar sano, crescerlo forte e ma non grasso…però mi sto leggendo l’IMPOSSIBILE! spero di farmi una cultura! Per le proteine, mi sono rivolta a tre pediatri (non per scelta…..è capitato in occasioni che non c’entravano nulla con Pablito!!) e mi hanno dato quasi tre versioni diverse………chi mi dice di prediligere i legumi, chi la carne, chi il pesce!!! Giuro! dovrei sentirne un quarto ma rischio di impazzire! ahahahaha

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: