Skip to content

i-read I love shopping (!)

Io non sono choosy in termini di libri. Se un libro mi incuriosisce lo leggo e non mi frega granchè se sia marcato come chick lit! Tra l’altro ho letto l’anno scorso Ma come fa a fare tutto e mi era piacuto (seppure meno del film) per ciò mi aspettavo di leggere una cosa simile ma child free. 

E invece….

Dividiamo: il libro non è scritto male. E questo è il primo motivo per cui a pagina 50 non ho smesso nonostante la tentazione. Non è certo Somma Prosa, ma lo stile leggero e veloce si legge piacevolmente, e rispetto alla super premiata trilogia… beh: è Shakespeare! C’è pure la storia romantica… 
Allora perchè non m’è piaciuto? Sinceramente penso sia una delle cose meno femministe mai lette (perchè femminista non è un insulto care presidente!). La cara Becky spende e spande, e fino a qui affari suoi. E’ il fatto che non leggendo le lettere della banca o buttandole pensi il problema non esista… beh… ma sei scema!? In più c’è l’aspetto lavorativo: qualcuno spieghi alla cara Kinsella che non si diventa giornalista economica solo perchè a MarieClaire non t’hanno preso! No: ci si laurea in economia e si sa scrivere bene, in modo semplice e allora fai divulgazione economica. Per la divulgazione tecnica funziona così. La cara Becky invece si cura solo di andare alle presentazioni per bere champagne e chiacchierare e poi scrivere un pezzo basato sugli opuscoli. Il finale poi è tremendo: la casa Becky si scopre genio della finanzia! Senza aver mai studiato, letto con criterio o almeno un po’ di coscienza questi famosi opuscoli di propaganda finanziaria, lei sa di economia e finanza. Evidentemente ha appreso per omeostasi! Ecco questa cosa proprio non l’ho sopportata: io sono una sgobbona e tifo per la categoria! Non si può sapere senza farsi prima il culo! Tralascio i giudizi sul cercare di accalappiare il riccastro di turno… stamattina mi son pure alzata cattiva! 
Per fortuna che l’ho comprato in e-book a 0.99 €…. tra l’altro l’ho comprato proprio per questo… ho avuto quello per cui ho pagato!

Questo post partecipa al venerdi del libro di Paola di homemademamma

Annunci

13 Comments »

  1. Non ho ancora letto libri della Kinsella, e di I love shopping ho visto il film e l'ho trovato simpatico, improbabile per alcuni versi, ma simpatico!
    Credo che per la lettura aspetterò di comprare il kindle, almeno non spenderò molto!

    Mi piace

  2. Aggiungo, e mi attirerò forse qualche critica: il tempo è poco, non sprechiamolo. Ci sono letture leggere che mi attirano molto di più… Ho appena finito appunto un libro leggero che però è di là dove dormono tutti ma è la storia di Agnes Browne di O'conner qualcosa, scusa non ricordo, non voglio sveliarli. Angelica Huoston ne ha fatto un film. Il libro è leggero e acattivante, te lo consiglio.

    Mi piace

  3. Ho letto anche io I love shopping e sono d'accordo con te al 100%!
    divertente ma più che improbabile… direi troppo semplicistico, e anche se la lettura scorre, ti rimane addosso quella sensazione da “ma quanto è scema questa” che non ti fa lasciare andare nella lettura.
    dai, per 99 cent ne vale la pena 🙂

    Mi piace

  4. Io l'ho letto in estate, quando la voglia di impegnarsi mentalmente è rasente a zero… mi ha divertito, ma da qui a procurarmi tutta la saga ce ne passa! 😉

    ps
    l'avevo preso in biblio, non l'ho comprato!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: