Skip to content

siiiii viaggiare…. caccia al tesoro: tappa numero due!

La seconda tappa della caccia al tesoro di mammafelice mi intrica e mi ha messo (inizialmente!) in difficoltà. Io non ho un blog preferito che parli di viaggi- pensavo- ma scorazzo qua e là. Mi piacciono diversi forum e portali (ultimamente sto sempre su irlandando perchè è fonte di dritte infinite!) ma un blog preferito… Poi mi si è accesa una lampadina: Turismo lento!!!
In effetti era da un po’ che non lo bazzicavo, ma ho dato un occhio ed è sempre all’altezza. Propone mete insolite e solite viste con altri occhi e un approccio proprio diverso. Con Maritozzo non siamo mai stati viaggiatori organizzati (dagli altri, intendo! Perchè io sono il tour operator di casa!). Anche il viaggio di nozze ce lo siamo costruito addosso. Perchè ci piace così: decidere che andare a vedere, quando e come ci pare. E ci piace scoprire cose insolite, posticini che il turista prescioloso non vede. Beh, turismo lento in questo è ottimo!
Sarà che vivo sempre di fretta, quando sto in vacanza il mio peggior incubo è qualcuno che mi dica quello che devo fare. Se sto su un posto mi piace viverlo un po’, per quei pochi giorni che vi trascorro! Se mi va, devo poter passare un pomeriggio dentro una chiesa o stare sdraiata su una panchina a vedere la gente che passa!
Tra i vari post, ve ne propongo uno proprio vecchiotto, su Londra by bike. Ve lo propongo perchè mi piace tantissimo muovermi in bici in città, quando è possibile! Si risparmiano tempo ed energie, senza inquinare ne rinunciare a vedere la città. Puoi fare un sacco di scoperte! Il mio viaggio dei sogni è proprio un viaggio in bici. Non ho una meta precisa (magari non l’Olanda!) perchè è la tipologia di viaggio che mi affascina! Purtroppo Maritozzo finora ha fatto muro. Non perchè non gli piaccia la bici, ma solo perchè se ne già fatti due di giri e per lui quella è la vacanza in bici: 4 amici (ventenni) allo sbaraglio in bici, unica certezza la tappa finale! Io so anni che cerco di fargli presente che esistono tipologie diverse di vacanza in bici, che per una volta possiamo farci organizzare dagli altri un po’. Per ora niente, non lo schiodo! Ora accampa anche la scusa del Patato: ma se è un patito della bici (i peggiori capricci sono quando vede il seggiolino e si fissa che vuole uscire in bici)! Lo si ficca nel carrellino e via!
Io, che di solito sono molto vivi e lascia vivere, ciclicamente mi metto a martellare sull’argomento… chissà… la goccia scava la roccia!

Ps: sempre su Londra anche questo è un post fantastico!! Sempre vecchiotto, ma molto è rimasto!

Per cui volesse sapere che cosa è il turismo lento (visto che va di moda ultimamente e per questo spesso il termine è abusato):

  1. Turismo lento è: raggiungere una destinazione in treno o in barca o in bicicletta, o anche a piedi, piuttosto che affollare un aereo. (Quando è possibile!)
  2. Turismo lento è : osservare il paesaggio, come cambia alla luce delle diverse ore del giorno, i colori della natura, i volti delle persone.
  3. Turismo lento è : conoscere e imparare le tradizioni, le abitudini, la cultura delle popolazioni locali.
  4. Turismo lento è : affittare un appartamento, una casa, essere ospiti di una casa o di un hotel che ti faccia sentire “parte” della destinazione della vita del luogo.
  5. Turismo lento è : esplorare negozi locali, laboratori artigianali, i mercatini, conoscere la cultura locale
  6. Turismo lento è : sorseggiare il caffè in un angolo caffetteria è imparare ad osservare il via vai.
  7. Turismo lento è : fare una “sosta”prendersi il tempo di leggere un romanzo, pescare sulle rive di un fiume, prendere il sole o ancora meglio prendere una deliziosa “siesta”.
  8. Turismo lento è : vacanze a chilometri zero per impatto ambientale, cercare di ridurre al massimo con il proprio comportamento le emissioni ci Co2 dall’ospitalità all’utilizzo di mezzo a basso impatto ambientale.
  9. Turismo lento è : aiutare e rispettare il prossimo
  10. Turismo lento è : positivo per l’ambiente, ma sopratutto per noi, uno stile di vita che che permette di raggiungere un equilibrio psico fisico.
“Tutto ciò che vale la pena fare nella vita, vale la pena di farla lentamente”
 
Annunci

3 Comments »

  1. Mi piacerebbe troppo un viaggio in bici. Mio marito prima della sclerosi girava molto in bici ed idem io. Poi la vita ci mette di fronte ad ostacoli e tutti i progetti si modificano. Ma…va bene così. Andiamo avanti. 😉

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: